I rinvii, errori da non fare e loro ispezione

I rinvii o coppie sono uno degli elementi fondamentali della catena della sicurezza. Non sempre però vengono considerati importanti alla stregua di altri elementi come la corda o l’assicuratore.

Della loro cura e manutenzione si è già parlato in due altri articoli (vedi fettucce e moschettoni per saperne di più sui rinvii): http://www.sicurezzainmontagna.net/attrezzatura-da-arrampicata-quando-va-cambiata-parte-1/

http://www.sicurezzainmontagna.net/attrezzatura-da-arrampicata-quando-va-cambiata-parte-2/

Continua a leggere

Zecche – Consigli per difendersi

Malattia di Lyme, meningoencefalite, febbre bottonosa, sono alcune malattie trasmesse dalle zecche. Piccoli insetti che purtroppo sono alquanto frequenti in montagna. La meningoencefalite, è una malattia che può essere fatale e che purtroppo è presente in Italia, soprattuto nel bellunese e che richiede vaccinazione. La malattia di Lyme e la febbre bottonosa sono invece malattie che, se non curate, possono avere gravi conseguenze e per questo è fondamentale conoscerne i sintomi. Soprattutto è però importante imparare a evitare di essere punti dalle zecche. Nel caso ciò accada è fondamentale rimuoverle tempestivamente e nel modo giusto.

zeccheChe precauzioni adottare? Continua a leggere

Segnali per previsioni meteo a breve

Il meteo in montagna rappresenta un aspetto fondamentale per la sicurezza, capace di trasformare una semplice uscita in una tragica esperienza.

Per questo motivo, conoscere le diverse condizioni del meteo è fondamentale quando andiamo in montagna.

È risaputo che fare delle previsioni meteo affidabili non è cosa facile, anche i migliori metereologi sbagliano.

Però fare un previsione meteo a breve non è impossibile ed è utile per poter prendere decisioni su come comportarci. Continua a leggere

Serata Safety Camp: Freeride & Valanghe

Sicurezza In Montagna in collaborazione con Mystic Freeride organizza un corso teorico sulla pratica del Freeride e rischio valanghe.
Corso F&V

Giovedì 28 febbraio
VA Cafè c/o Le Suite
Via del Carroccio, 3 – Milano (MM Sant’Agostino)
Ore 19:00 Aperitivo
Ore 20:00 Corso
ATTENZIONE: giovedì Area C finisce alle 18:00.

Il corso è aperto a tutti gli appassionati e gratuito. La serata sarà anche un’occasione per incontrare altri appassionati di montagna e scambiarsi info e opinioni per una stagione che fino ad adesso è stata fenomenale.

Si raccomanda di registrarsi in anticipo inviando un’email a: info@sicurezzainmontagna.net

Fra gli altri si ringraziano  Vertical AttitudeSporting San Lorenzo, Skiforum.it e Le Suite.

Valanghe – Segnali da non sottovalutare

Premesso che avventurarsi fuoripista in sicurezza richiede un grande conoscenza ed è sempre meglio farlo in compagnia di una guida, ci sono alcuni segnali che sono indice di un rischio molto elevato.

DSCN3806

Imparare a riconoscerli è fondamentale, così come lo è non uscire di pista quando anche uno solo di questi elementi è evidente. Continua a leggere

Idratarsi per migliorare la prestazione in montagna

Nell’ultima uscita che ho fatto, mi è capitato di vedere una guida non stupirsi quando, dopo aver suggerito ai suoi clienti di bere, questi hanno gentilmente declinato. Evidentemente è abituato al fatto che l’idratazione è un aspetto trascurato dai più.

IMG_1452

La cosa interessante è che eravamo all’inizio della seconda risalita con le pelli del giro che stavamo facendo e quindi prima di uno sforzo abbastanza intenso.

La differenza è data dal fatto che la guida conosce bene il meccanismo per cui è fondamentale idratarsi frequentemente e in maniera indipendente dallo stimolo della sete e a maggior ragione prima di uno sforzo. Il cliente, in questo caso, invece pensava alla bevuta come elemento conviviale da fare in vetta.
Lo stesso problema è presente anche per chi scia in pista e trascura di bere per tutta la giornata o buona parte di questa.
Caffé, birra e niente acqua sono gli elementi più comuni di una vacanza in montagna. Purtroppo sono anche gli elementi più comuni per diventare disidratati. La disidratazione, se fortunatamente il più delle volte non porta a condizioni patologiche, comporta un peggioramento della nostra prestazione. Continua a leggere

Pericolo valanghe: partecipa al Mystic Free Ride Safety Camp

Se sei un freerider o uno sci alpinista e scii spesso in fuoripista, il rischio di venire travolto da una valanga è più alto di quanto pensi. Il safety camp di Mystic Free Ride è un’ottima opportunità per apprendere le prime nozioni su come evitarle. La buona notizia è che grazie a Sicurezza In Montagna hai uno sconto del 10%. Continua a leggere

I gradi e le difficoltà in montagna – Parte 2

Con questo nuovo articolo che segue la prima parte sulla scala delle difficoltà sui sentieri e UIIA, vediamo le difficoltà dell’arrampicata artificiale, sulla difficoltà di insieme e le nuove gradazioni in cui vengono descritti proteggibilità e impegno globale.

ARRAMPICATA ARTIFICIALE: LA SCALA EUROPEA
Le difficoltà dell’arrampicata in artificiale vengono indicata con la lettera A seguita da un valore numerico che va da 0 a 5 all’aumentare della difficoltà e indica sia la difficoltà dell’uso dell’attrezzatura artificiale che la tipologia da utilizzare. Bisogna fare comunque una distinzione tra i gradi di artificiale classici su calcare descritti di seguito e quelli moderni basati su granito e relativi alle tecniche utilizzate in America. Continua a leggere

L’importanza delle soste nell’arrampicata

Il recente tragico incidente accaduto a tre membri del soccorso alpino per il sospetto cedimento di una sosta fornisce uno spunto di riflessione sull’importanza delle soste in arrampicata. Il mio amico Roberto Presterà, istruttore del CAI, in ogni nostra discussione sulla sicurezza non si stanca mai di sottolineare l’importanza di questo aspetto e devo dire che da vecchio alpinista (non me ne voglia per il vecchio che è riferito all’esperienza) ha individuato un elemento importantissimo su cui non ci si sofferma mai abbastanza. Continua a leggere

I gradi e le difficoltà in montagna – Parte 1

Conoscere le caratteristiche delle difficoltà a cui si andrà incontro è uno dei prerequisiti essenziali per la sicurezza quando si affronta un’uscita in montagna. Sia che si tratti di una semplice escursione su sentiero che di un’arrampicata estrema, conoscere il grado di difficoltà e rapportarlo alle nostre capacità è fondamentale per affrontare la montagna in sicurezza. La preparazione dell’uscita, infatti, riveste sempre un ruolo importantissimo e anche i più grandi alpinisti, artefici di imprese al limite, hanno studiato precedentemente ogni dettaglio del percorso che hanno successivamente compiuto. Continua a leggere