Le valanghe e il fuoripista

Un nuovo documentario che fornisce interessanti informazione relative alle valanghe. Vengono affrontati numerosi aspetti utili per chi pratica sci fuoripista.

Avalanche Engineers from Abby Kent on Vimeo.

Smarter Training Climb

Una bella serie di video della TNF legati agli aspetti dell’allenamento per l’arrampicata in ambiente.

I protagonisti di questa serie, dopo avere rinunciato ad un progetto troppo difficile per le loro capacità, si pongono l’obiettivo di realizzare il progetto.

Con umiltà si fanno assistere da diversi istruttori nei vari aspetti dell’arrampicata per poi tentare l’impresa. Continua a leggere

Studio sulla longe per arrampicata e alpinismo

Pubblichiamo  questo studio condotto dall’ENSA sull’utilizzo delle longe per arrampicata e alpinismo.

Purtroppo il video è in francese ma le immagini sono abbastanza esaustive.

Il test viene effettuato prendendo sia una fettuccia statica in dyneema® e una longe fatta con corda dinamica.

Si nota come i valori alla rottura differiscano sensibilmente, differenza accentuata dal fatto che il nodo praticato sulla fettuccia rappresenta un punto di maggiore debolezza.

Le prove che hanno portato alla rottura della fettuccia sono state fatte con fattore di caduta 1. Anche a fattori più bassi, corrispondenti a 20 cm di caduta,hanno provocato la rottura della fettuccia o parte di essa.

Sia per assicurarsi in sosta che per la calata in doppia, viene suggerito l’utilizzo di una corda dinamica.
(NOTA:Soluzione che mi sembra abbastanza interessante anche se l’unico neo che posso vedere è la mancanza del barcaiolo sul moschettone.)

Le valanghe: 10 fatti poco conosciuti

Questo interessante documentario della BBC descrive 10 fatti relativi alle valanghe poco conosciuti. Nel contempo spiega moltissimi aspetti della dinamica delle valanghe e fornisce utili informazioni per comprendere maggiormente i motivi che portano alla formazione delle valanghe e alle loro dinamiche.

Raffronto dispositivi A.R.T.V.A.

Alleghiamo il link ad un interessante articolo in cui vengono raffrontati vari dispositivi A.R.T.V.A.

Si tratta di un articolo americano quindi in lingua inglese e con prezzi in dollari.

Ricerca disperso in valanga

Ricerca disperso in valanga

Ciononstante vengono utilizzati dei parametri numerici facilmente comprensibili. È interessante notare anche che viene dato un peso diverso alle caratteristiche valutate, questo perché non tutte hanno la stessa importanza.

C’è una cosa importante da tenere a mente quando utilizziamo un A.R.T.V.A.: la pratica rende perfetti.

Non importa quanto sia sofisticato il dispositivo che si decide di acquistare, la formazione e la pratica sono essenziali. Gli esperti e i professionisti possono trovare più segnali in meno di sei minuti, mentre il neofita inesperto può facilmente metterci 35 minuti o più. Quindi visto che il tempo è fondamentale nelle possibilità di sopravvivenza del sepolto, è fondamentale imparare a utilizzare l’A.R.T.V.A. e fare continua pratica.

http://www.outdoorgearlab.com/Avalanche-Beacon-Reviews#bicreview

Aggiungiamo anche una tabella comparativa di uno studio tedesco.

La Tabella del DAV

La Tabella del DAV

Tecniche di soccorso in valanga: scavare in maniera efficace

Nel soccorso a un sepolto sotto una valanga, l’artva è sicuramente lo strumento al quale diamo la maggiore importanza. É uno strumento sofisticato, costoso, high tech, che ogni praticante di sci fuoripista dovrebbe avere e saper usare. Non è però sufficiente perché anche sonda e pala giocano un ruolo fondamentale nel soccorso.
Infine, sapere come e dove scavare, in maniera efficace, è fondamentale per poter risparmiare quei minuti preziosi che possono fare una grande differenza nella curva di sopravvivenza. Basti pensare al fatto che l’accumulo di neve crea uno strato compresso e pesante quasi fosse cemento. Questo video illustra gli aspetti tecnici di questo aspetto del soccorso.

Valanghe a lastroni cosa sono e come prevenirle

Le valanghe a lastroni sono estremamente pericolose per chi si avventura fuoripista. Un quarto di tutti i decessi da valanga sono causati da traumi derivanti dall’impatto con alberi e rocce. In particolare quando lo strato debole è quello di fondo.

Persistent Slab Avalanches from Trent Meisenheimer on Vimeo.

Perciò questo tipo di valanga è alquanto pericoloso anche se disponiamo di tutti gli strumenti per la sicurezza (artva, pala e sonda) e sappiamo come utilizzarli al meglio. L’unico strumento che abbiamo è di evitarle, cercando di identificare un percorso e una scelta del terreno che minimizzi i rischi.

Video tutorial per l’organizzazione e gestione di un uscita in fuoripista

Pubblichiamo questo nuovo video dell’Ensa, si tratta di un tutorial in cui vengono affrontati gli aspetti più importanti di un’uscita di freeride. Purtroppo è in lingua francese.

Raffronto sistemi antivalanga con zaini airbag

Alleghiamo il link ad un interessante articolo in cui vengono raffrontati vari sistemi antivalanga zaino airbag. Si tratta di un articolo americano quindi in lingua inglese e con prezzi in dollaro.

Test sui sitemi airbag

Test sui sitemi airbag

Ciononstante vengono utilizzati dei parametri numerici facilmente comprensibili. È interessante notare anche che viene dato un peso diverso alle caratteristiche valutate, questo perché non tutte hanno la stessa importanza.

Altro elemento interessante è il fatto che tutti i sistemi si posizionano in modo simile alle prime posizioni. Questo dato suggerisce che i sistemi abs, bca o snowpulse sembrano funzionare con efficacia simile anche se, tra i primi 5, abs nella valutazione del sistema airbag ha la votazione più alta con 10 seguito da snowpulse e infine bca. Sugli altri parametri invece sono gli altri che sembrano performare meglio.

Link all’articolo: http://www.outdoorgearlab.com/Avalanche-Airbag-Reviews?n=5&sort_field=score#compare

Prove di tenuta nel caso di caduta in crepaccio

Pubblichiamo  questo video in cui si mostra quanto sia difficile trattenere un compagno di cordata che cade in un crepaccio. Pur ritenendo che questo tipo di esercitazioni lascino il tempo che trovano e, benché ci siano due punti di assicurazione, comportino qualche rischio, condividiamo questo video a supporto dello studio sull’efficacia dei nodi pubblicato in altro articolo.