Test di caduta nella progressione in conserva su ghiaccio

Pubblichiamo volentieri questo studio condotto dall’ENSA sulle dinamiche di una caduta durante la progressione in conserva su pendio ghiacciato.

Purtroppo il video è in francese ma le immagini sono abbastanza esaustive.

Il test viene effettuato simulando la caduta del secondo in una cordata che progredisce in conserva con un solo punto di assicurazione con distanza tra i componenti di circa 30 mt. Il peso utilizzato per ciascuno dei due componenti è 80kg.

I risultati sono impressionanti, la velocità raggiunta dal primo di cordata durante la caduta è oltre 70 km/h, lo shock sul punto di ancoraggio (vite da ghiaccio da 21cm) varia a seconda della corda utilizzata. La vite tiene ma viene danneggiata al punto da non essere riutilizzabile. Ovviamente la tenuta della vite dipenderà anche dalla qualità del ghiaccio.

In conclusione viene raccomandato l’utilizzo di due mezze corde e si riscontra come sia essenziale NON limitarsi a un solo punto di ancoraggio.

2 pensieri su “Test di caduta nella progressione in conserva su ghiaccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *